[SPECIALE] “Trails series”: alla scoperta di Trails in the Sky SC

[SPECIALE] “Trails series”: alla scoperta di Trails in the Sky SC

Eccoci ad un nuovo appuntamento con i nostri speciali dedicati alla serie “Trails” di Falcom. Dopo aver scoperto com’è nata la serie e il suo primo capitolo, oggi andremo a vedere quello che succede in Trails in the Sky SC, capitolo molto importante per il futuro della saga, soprattutto per chi volesse capire qualcosa in Cold Steel III alla fine del primo capitolo della storia, in quanto si ricollega in parte proprio agli avvenimenti del gioco di cui parleremo oggi.

La storia di Estelle e Joshua, parte 2

SC si apre esattamente da dove finiva il primo capitolo: Dopo aver tramortito Estelle, Joshua sparisce e lascia sola la ragazza, che una volta sveglia scopre una sorta di “accordo” tra Joshua e Cassius avvenuto 5 anni prima: se Ourobous fosse tornata a cercare il ragazzo o avesse messo in pericolo Cassius e Estelle, lui sarebbe andato via. Convinta che Joshua abbia preso un aereonave per lasciare la città, Estelle si reca all’aeroporto, ma la sua ricerca risulta vana; in compenso farà la conoscenza di Kevin Graham, un prete che viaggia per il continente per fare messe in svariate piccole cittadine di cui la chiesa non tiene troppo conto. Tornata a casa Estelle dirà a suo padre di voler dare la caccia ai membri di Ourobous, convinta che così troverà Joshua e il padre le darà il permesso di intraprendere questa missione pericolosa, ma solo dopo aver completato un addestramento speciale a Leman, sede principale della gilda dei Bracer, per la durata di sei mesi. Nel frattempo Ourobous continua ad andare avanti il Gospel Plan, il cui scopo è quello di recuperare il Sept-Terrion of Space, Aureole. Dopo una serie di eventi  Georg Weissmann, il cui compito è quello di recuperare la reliquia e consegnarla al Grandmaster risveglia Ragnard, una delle bestie sacre che hanno il compito di vegliare sui Sept-Terrion e ne acquista il controllo tramite un dispositivo. Anche qui ci saranno degli eventi legati al gruppo di Estelle che cercherà un modo per fermare il Drago e nel frattempo di imbatteranno in Loewe, grande amico di Joshua e, come lui, sopravvissuto alla tragedia di Hamel, che ha decido di unirsi ad Ourobous proprio dopo i fatti avvenuti nel suo villaggio natale. Più avanti nella storia Estelle e Joshua si riuniranno, giusto in tempo per il finale gioco che vedrà Weissmann liberare nel cielo l’antica  Liberl Ark, una città fluttuante la cui fonte di energia è proprio Aureole. Il gruppo così parte verso la città per lo scontro finale che vedrà Weissmann utilizzare il Sept-Terrion per accelerare l’evoluzione umana, usandolo prima su sé stesso, dando così vita ad uno scontro vero e proprio con Aureole. La battaglia finale con un Sept-Terrion è uno degli elementi ricorrenti nei capitoli finali di tutte le saghe, battaglia durante la quale Loewe perderà la vita per aiutare i suoi amici. Sconfitto Weissmann però, Campanella, l’enforcer numero 0 di Ourobous che si trova in Liberl per controllare gli altri membri dell’organizzazione, recupera l’arma del suo compagno ormai morto, dove al suo interno si trova Aureole: il Gospel Plan è stato completato con successo e l’organizzazione ha messo la mani sulla reliquia. Il gioco si chiude con Estelle e Joshua davanti la tomba di Loewe e sua sorella Karin, con i due che dopo essersi dichiarati, finalmente, il loro amore, decideranno di andare alla ricerca di Renne (uno dei membri di Ourobous con cui si è instaurato un rapporto particolare di cui parleremo nel dettaglio nel prossimo speciale) e di continuare ad investigare sull’organizzazione, il tutto restando sempre insieme, qualsiasi cosa succeda.

https://www.youtube.com/watch?v=CBmtF4TCeic&

I porting, l’anime e la localizzazione travagliata

Come il suo predecessore, anche TitS SC uscì in origine su PC (nel 2006), ma anche in questo caso il successo e la maggior parte delle vendite arrivano grazie alla versione per PSP arrivata l’anno dopo. I porting però non si fermano qui e arriva una terza versione su PS3 nel 2013 e il remake vero e proprio, Trails in the Sky SC Evolution per PS Vita uscito nel 2015 ed esiste anche una versione mobile per dispositivi iOS e Android, ma non è tutto. Il gioco è stato adattato in una serie animata composta da due episodi della durata di circa 40 muniti l’uno. L’anime fu realizzato in occasione dei 30 anni di Falcom e racconta, in maniera piuttosto sbrigativa, le vicende del gioco in questione. Questo è stato l’unico tentativo di realizzare una trasposizione animata della serie, in quanto a detta stessa di Falcom, non ci sono studi di animazione disponibili ad adattare una serie di così grandi proporzioni.
Il gioco è tristemente famoso in Occidente per la sua localizzazione e i tempi a dir poco assurdi che ci sono voluti per vederlo arrivare. XSEED Games annunciò il gioco molto prima del previsto, promettendo il suo arrivo su PSP e fin qui nulla di strano; il problema però per XSEED arrivò dopo, quando la compagnia decise di affidare la localizzazione ad una società esterna, Carpe Fulgur, che all’epoca contava solo 10 dipendenti. Questo allungò in maniera assurda i tempi della localizzazione fino a quando XSEED non decise di prendere in mano il progetto direttamente, annunciando così sia la data di uscita per PSP che una nuova versione, quella PC che uscirono entrambe nel 2015, ben 9 anni dopo l’uscita in Giappone. Come conseguenza di quanto successo XSEED decise di colmare il gap col Giappone scegliendo di non localizzare la saga di Crossbell e passare direttamente a Cold Steel, cosa che lascia l’Occidente con un buco narrativo gravissimo ed è uno dei motivi per cui la compagnia americana ha perso la serie a vantaggio di NIS America, la quale si è detta alla ricerca di una soluzione con Falcom per portare la duologia mancante in Occidente, cosa ribadita da Toshihiro Kondo proprio qualche giorno fa all’Anime Expo 2019.

https://www.youtube.com/watch?v=vfhj1B6Pi7Q&

E così terminano le avventure di Estelle e Joshua, almeno in parte. Questo perché la loro storia continuerà in modo particolare nel terzo ed ultimo capitolo della saga di Liberl, Trails in the Sky the 3rd, capitolo che vede come protagonista Kevin Graham e che farà da ponte alla saga successiva: Crossbell.

Leave a Reply

Lost Password

Sign Up