[Provato] Pokémon Spada e Scudo

[Provato] Pokémon Spada e Scudo

Dopo uno degli E3 più sottotono degli ultimi anni, c’è sempre la voglia di conoscere ciò che viene mostrato sullo showfloor di Los Angeles. Una delle case che ha mostrato la voglia di portare un po’ di California anche qui in Italia è Nintendo che, come ogni anno, decide di dedicare un’intera giornata a tutti i titoli in arrivo nel corso dei prossimi mesi e che all’E3 han fatto da padrona. In una Milano soleggiata, il sottoscritto ha avuto modo di provare uno dei giochi più attesi da parte dei fan, quel Pokémon Spada e Scudo che subito ha fatto discutere sin dai primi video e che è stato inondato dalle polemiche post fiera. Sarà riuscito a farci ricredere durante la nostra, seppur breve, prova? Scopritelo con noi.

Stylin’ and profilin’

A farla da padrona, in tutti i sensi, è stato il nuovo capitolo della serie principale targata Pokémon che farà il suo debutto su Nintendo Switch – dopo la parentesi Let’s Go – il prossimo 15 Novembre. Dopo l’enorme polverone causato da Masuda e dall’esclusione di alcuni degli oltre mille mostriciattoli, la voglia di testare con mano il nuovo lavoro di Gamefreak era molto alta per poter capire, a spizzichi e bocconi, la direzione che il team vuole prendere. La base della nostra prova è una delle palestre presenti a Galar, precisamente quella di Azzurra, una delle capopalestra introdotte durante il Direct. Prima di arrivare a lei, però, si avrà a che fare con uno dei dungeon-puzzle che han sempre contraddistinto la serie. In questo caso, si ha a che fare con un piccolo labirinto composto da cascate d’acqua che vanno attivate e disattivate per poter arrivare al nostro obiettivo. Non tutto, però, è così semplice come si pensa, visto che in mezzo ci saranno delle interessanti battaglie con allenatori che, come ci hanno confermato lì sul posto, non saranno gli stessi del gioco definitivo e che avranno quindi un loro restyling in attesa della versione finale. Rispetto a Let’s Go Pikachu e Eevee, quel che sorprende è lo stile grafico che risulta più pulito, curato e – sopratutto – meno artificioso, ma con una sua identità ben precisa. Quel che perplime è la pochezza degli sfondi – ad esclusione della battaglia con Azzurra – e di tutto ciò che circonda la battaglia, anche se questa demo non è sicuramente da tenere in considerazione, dato che l’uscita è ancora lontana. Ottimo lavoro da parte del team di sviluppo pure per quanto riguarda l’interfaccia grafica, che risulta ben curata e molto in linea con lo stile dell’intera produzione.

https://www.youtube.com/watch?v=7O5unC51kKs

Scusi, ci fa un sorriso?

Quel che ci ha sorpreso di questa piccola demo è lo stile che si respira nella regione di Galar. Le lotte delle palestre, ora, sono delle immense gare pokémon con uno stadio strapieno ad accogliere la protagonista e degli stacchi di telecamera studiati a tavolino per risultare molto “televisivi”. A simboleggiarlo c’è anche la presenza di alcune piccole Rotomcamere che riprenderanno lo scontro e durante lo stesso ci saranno alcune inquadrature particolari. La cura dei dettagli di Gamefreak ha fatto sì che venisse inserito pure un piccolo box con all’interno il regista atto a dare indicazioni alle persone al suo interno. Piccole chicche che non fanno mai male.
Per quanto riguarda le lotte in sé, invece, non abbiamo notato grandi novità rispetto al passato a parte una maggior cura nelle animazioni – sebbene alcune siano riprese dai vecchi titoli – e la novità del Dynamax. Questa forma verrà utilizzata da Azzurra per far diventare enorme il suo Drednaw e renderlo un ostico avversario: il Dynamax sarà utilizzabile solamente in alcuni contesti e verrà evidenziato da un brillio nel bracciale del nostro avatar. In modalità Dynamax alcune mosse verranno modificate – con delle animazioni fuori di testa che ci han sorpreso in positivo – e verranno aumentati solamente i punti ferita, nessun aumento di statistiche e nessuna trasformazione particolare, almeno per ora. Le animazioni, in generale, sono migliori rispetto a quanto visto in passato, merito sicuramente di Switch che in modalità dock non mostra alcun segno di cedimento – a parte un breve calo di fps durante i caricamenti pre combattimenti – mentre rimangono alcuni dubbi sulla possibile prestazione in portatile.

https://www.youtube.com/watch?v=4vNAyIkBazE

Scudo, Spada e God Save the Queen

Novembre sarà il mese della rivelazione per il brand targato Gamefreak… riusciranno Spada e Scudo a essere più forti di qualsiasi polemica o sarà l’inizio del declino del brand? Questa breve prova ci ha mostrato come la casa di sviluppo stia provando, pian piano, a uscire dal proprio circolino pur senza stravolgere totalmente lo stile che per anni li ha contraddistinti. Il design dei nuovi Pokémon convince sopratutto dopo averli visti in azione e siamo impazienti di scoprire di più. Novembre si avvicina e non vediamo l’ora della nuova avventura.

Sono un videogiocatore dal 1997, ho iniziato con SNES per poi passare al brand Playstation che ancora oggi rimane nel mio cuore pur possedendo quasi tutte le console.

Leave a Reply

Lost Password

Sign Up