PROVATO – FOLLIA: Dear Father

PROVATO – FOLLIA: Dear Father

Uno dei tanti giochi ID@XBOX presenti a Microsoft Home per l’evento di presentazione del panorama indie in arrivo sulla piattaforma Microsoft durante questo 2019 troviamo un horror italiano dal nome FOLLIA: Dear Father (presentato in questi ultimi giorni anche nella sua variante VR).

Questo videogame è sostanzialmente sviluppato solamente da due persone, una delle quali (Mirko Scarici) è sia Concept Artist che Game Designer, oltre che 3D artist, mentre l’altra persona (Alfonso Prota) è concentrata soprattutto sulla parte più tecnica, tra cui programmazione e uso del motore grafico.

Follia è un survival horror in prima persona di forte impatto grafico, merito dell’enorme lavoro artistico di Mirko. Il gioco ci catapulta nei panni di Marcus, che si ritrova a girovagare nei meandri della Frederic Fidelity University, alla ricerca dei suoi genitori. In quel luogo, insieme a lui ci imbatteremo in atrocità e terrori che metteranno a dura prova la nostra sanità mentale e quella di Marcus, soprattutto perché saremo armati solamente della nostra torcia (e batterie disseminate nei luoghi più angusti) e della fioca e tremolante luce del nostro accendino. Ciò che davvero ci ha impressionati di questo titolo è l’aspetto grafico, molto cinematografico, dato da una composizione dell’environment di gioco a dir poco sbalorditivo. Altro punto estremamente disturbante (e lo diciamo nel senso più buono e positivo del termine dato che si tratta di un horror) è il sound design, capace di tenerci sulle spine ad ogni rumore o ad ogni interazione con l’ambiente. Bisognerà quindi aggirarsi tra le claustrofobiche stanze della scuola e scoprire così le terribili vicende che contornano i nostri genitori, facendo luce su un oscuro e maligno presente.

Il gioco tutto italiano appartiene al team di sviluppo chiamato Real Game Machine. Esso ha proposto il titolo sulla piattaforma Steam, attraverso Steam Greenlight, ricevendo enormi consensi da parte del pubblico internazionale nei confronti del titolo che i due ragazzi stanno sviluppando, riuscendo persino ad arrivare in diciannovesima posizione su oltre 3800 titoli al prestigioso premio “Indie Of The Year 2016 di IndieDB”. L’obiettivo di questo team è quello di produrre un gioco di altissima qualità ai pari di un AAA, rimanendo però all’interno di un panorama indipendente; questa ambizione a fatto si che alcune aziende come la “Steve Jobs” si siano interessante alla produzione. Insomma, il titolo ha stuzzicato le papille gustative della redazione e non vediamo l’ora di vedere cosa Real Games Machine ha in serbo per noi, nella versione integrale di FOLLIA: Dear Fathers, un horror italiano che ci ha stupiti e che tormenterà le nostre piattaforme con il suo essere tremendamente spaventoso.

Cosa ne pensate di questo progetto? Vi ha incuriositi? Siete pronti per tutto questo? Fatecelo sapere!

Per ulteriori info riguardante questo progetto vogliamo lasciarvi al sito ufficiale che trovate ai link e alle pagine social del team.

Official site (International):  https://www.realgamemachine.com/

Official site (Italian): https://www.realgamemachine.com/?lang=it

Lorenzo Longoni
Collezionista ossessivo di videogiochi ed appassionato di tutto ciò che riguarda l'entertainment dai fumetti, al cinema passando naturalmente per la letteratura ed i videogiochi, questi ultimi, sono la punta di diamante il piatto più prelibato del mio menù à la carte. Con il joypad in mano sin dall'età di 3 anni, i videogiochi una volta entrati nella mia vita non se ne sono mai andati, ed attraverso essi sono cresciuto sotto ogni punto di vista. La mia prima console fu Nintendo 64, ma tutto ciò che c'è stato prima, lo colleziono nella mia ala retrogame. Il mio lavoro non si ferma su internet, sogno di diventare anche developer di videogame, scrivo sceneggiature per fumetti e videogiochi, e lavoro sui portali internet per la divulgazione videoludica.

Leave a Reply

Lost Password

Sign Up