PROVATO – DAYMARE1998

PROVATO – DAYMARE1998

DAYMARE 1998 è una grande produzione indipendente italiana che ha fatto molto scalpore nel panorama horror, non solo italiano, ma soprattutto internazionale. Nato come remake non ufficiale di Resident Evil 2, i lavori però furono interrotti quando nel 2015 Capcom rivelò al mondo il vero remake di Resident Evil 2; i ragazzi di Invaders Studios però furono invitati perfino ad Osaka negli studi di Capcom, dai dirigenti della medesima compagnia, per visionare appunto l’eccelso lavoro che il giovane team italiano aveva fatto sino a quel momento.

Il team non si fermò e riscrisse completamente il gioco da zero, basandosi sulla loro build del Resident Evil italiano, mantenendo un qualità a dir poco impressionante, pari o quasi ad un titolo AAA. Non è di certo il primo anno che DAYMARE 1998 appare sul palco della Microsoft House, e si avverte quanta è l’attesa di vedere questo mirabolante titolo sulle nostre piattaforme e quanta qualità questo videogame racchiude.

Daymare: 1998 è un gioco survival horror in terza persona con molte connessioni per gli amati giochi della vecchia scuola di questo genere e dei grandi marchi di riferimento nati a partire dagli  anni ’90. Tre personaggi con cui giocare e poco tempo per scoprire la verità sul virus mortale mancante, prima che i mostri mutati terminino bruscamente la missione.
Sviluppato in Unreal Engine 4, il gioco presenta una grafica di fascia alta, una colonna sonora originale, un’atmosfera immersiva e meccaniche di sopravvivenza hardcore.

Il gioco inoltre viene pubblicizzato molto bene dal team, in eventi come Milan Games Week, E3 PlayStation Night, Digital Bros. Come ospiti, ID@XBOX events, ecc.
Insomma, un team estremamente talentuoso e creativo che porterà questo titolo sulle piattaforme di tutto il mondo qualcosa con un’obiettiva qualità riconosciuta anche da chi ha fondato il genere. Per concludere, questo è uno di quei lavori grazie al quale un paese come l’Italia, che ora più che mai ha bisogno di talenti all’interno dell’industria videoludica, possa dare spunto alla creazione di nuove opere d’arte giocabili.

Lorenzo Longoni
Collezionista ossessivo di videogiochi ed appassionato di tutto ciò che riguarda l'entertainment dai fumetti, al cinema passando naturalmente per la letteratura ed i videogiochi, questi ultimi, sono la punta di diamante il piatto più prelibato del mio menù à la carte. Con il joypad in mano sin dall'età di 3 anni, i videogiochi una volta entrati nella mia vita non se ne sono mai andati, ed attraverso essi sono cresciuto sotto ogni punto di vista. La mia prima console fu Nintendo 64, ma tutto ciò che c'è stato prima, lo colleziono nella mia ala retrogame. Il mio lavoro non si ferma su internet, sogno di diventare anche developer di videogame, scrivo sceneggiature per fumetti e videogiochi, e lavoro sui portali internet per la divulgazione videoludica.

Leave a Reply

Lost Password

Sign Up