[Gamescom 2019] Cris Tales – Anteprima

[Gamescom 2019] Cris Tales – Anteprima

Durante le Gamescom 2019, grazie al publisher Modus Games, la redazione di Tribe Games ha avuto modo di assistere ad una presentazione privata di Cris Tales, il promettentissimo JRPG colombiano che tanto aveva attirato la nostra attenzione durante il suo reveal allo scorso E3.

La prima cosa che salta all’occhio una volta avviato Cris Tales è il meraviglioso stile di disegno, interamente realizzato a mano, che dimostra facilmente ad un occhio allenato le origini delle software house che hanno prodotto il gioco. Cris Tales è stato infatti sviluppato da Dreams Uncorporated e SYCK, due software house colombiane, e la cosa si nota dal design di ambienti e vestiti, ispirati alla tradizione e la cultura locale, con interi edifici reali riproposti quasi identici nel gioco.
Cris Tales è un JRPG a turni nato dalla passione del team di sviluppo per i JRPG dell’epoca a 16 e 32 Bit, dai quali hanno preso pesanti ispirazioni. Il team però non ha voluto omaggiare solo titoli più noti come Final Fantasy IV-V-VI e Chrono Trigger, ma anche Super Mario RPG, Paper Mario, The Legend of Dragoon ed i più recenti Bravely Default e Persona 5.

Cris Tales seguirà le vicende della giovane Crisbell, personaggio disegnato con l’idea di trasmettere come potrebbe sembrare una principessa Disney colombiana.
Crisbell ha ottenuto il potere di una dea, che le concede di vedere contemporaneamente il presente, il passato ed il futuro, visualizzabili dal giocatore rispettivamente nella parte centrale, sinistra e destra dello schermo. Questa caratteristica unica di Crisbell è per gli sviluppatori un tecnica di storytelling visuale incredibile; ogni mappa è stata disegnata 3 volte e la stessa cosa vale per gli NPC, che potranno apparire adulti nel presente, giovani nel passato ed anziani nel futuro.
Il fulcro delle avventure di Crisbell sarà l’utilizzare il suo potere per risolvere i problemi del passato (e del presente) per creare un futuro migliore.

La prima parte dell’hands-off è stato un breve tutorial dei contenuti della demo pubblica già disponibile su Steam: in questa demo Crisbell dovrà usare i suoi poteri per convincere un falegname a riparare una casa che cade a pezzi.
Per riuscire a superare questo enigma, Crisbell dovrà contare sul suo famiglio Mathias, l’unico essere in grado di viaggiare nel passato e nel futuro che Crisbell può solo visualizzare.
L’osservazione delle varie linee temporali ed il potere di Mathias saranno necessari per superare i vari puzzle ed enigmi che saranno alla base delle quest principali e secondarie del titolo.
Il titolo però insegnerà presto ai giocatori che il potere di Crisbell non è illimitato e che vi saranno spesso delle scelte morali strazianti, nessuna delle quali con una risposta giusta ed una sbagliata e starà dunque al giocatore scegliere secondo la propria bussola morale, andando così ad influenzare il proseguo della storia principale.
Cris Tales sarà un titolo incredibilmente rigiocabile: oltre alle 20 ore di durata, il lavoro di Dreams Uncorporated e SYCK proporrà diverse storyline alternative, con svariati dungeon accessibili solo in alcuni percorsi e finali multipli.

Il resto dell’hands-off si è poi concentrato sull’incredibilmente stratificato sistema di combattimento, mostrando meccaniche avanzate ancora non svelate al pubblico.
Cris Tales sarà un JRPG a turni tradizionale solo in apparenza: il gioco infatti, ispirandosi a titoli come Paper Mario o The Legend of Dragoon, avrà delle meccaniche semi-action: ogni attacco o tentativo di difendersi richiederà la pressione di un tasto al momento giusto. Premerlo al momento corretto permetterà di mettere a segno un colpo critico o una guardia perfetta al 100%. La pressione del pulsante al momento giusto permetterà inoltre di aggiungere agli attacchi magici diversi effetti speciali.
La caratteristica unica di Cris Tales, ovvero la meccanica multi-temporale presente nell’esplorazione, sarà disponibile anche nei combattimenti e potrà essere utilizzata in maniere assolutamente geniali.
I personaggi combatteranno nella parte centrale dello schermo, ovvero nel presente, mentre i nemici saranno rispettivamente nel passato (sinistra) e futuro (destra).
Il party di Crisbell sarà composto da sette alleati, ma solo tre potranno partecipare contemporaneamente al duello, ciascuno con le proprie abilità uniche, ad esempio spostare un nemico da un lato dello schermo all’altro.
In battaglia Crisbell potrà alternare il tempo, spedendo i nemici nel futuro o nel passato.
L’epoca nella quale si troverà un nemico influenzerà sia il suo aspetto che la sua pericolosità: spedire un prode guerriero dal passato al futuro lo trasformerà in un anziano indebolito ad esempio, mentre spedire un debole cucciolo di drago nel futuro potrebbe comportare un grosso problema per il party di Crisbell.

Ma le meccaniche temporali non si limiteranno a questo: sfruttando presente, passato e futuro, specialmente in combinazione con debuff o status alterati, si potranno creare combinazioni letali: applicare un DoT (Damage over time) ad un nemico nel presente e poi spedendolo nel futuro permetterà al danno relativo a tutti i turni di tale status di colpire il nemico in un solo, devastante colpo. In altre situazioni, per abbattere l’impenetrabile scudo di un nemico basterà bagnarlo con un attacco magico e poi spedirlo nel futuro per permettere alla ruggine di distruggerlo.
Le combinazioni di status alterati e spostamenti temporali saranno incredibili, ma le meccaniche temporali di Cris Tales non si fermeranno a questo: usandole con attenzione si potrà manipolare a piacimento la barra dei turni, curando alleati senza sprecare pozioni, semplicemente riportandoli ad un momento temporale prima di subire danni/KO/status alterati. Il design curato di Cris Tales darà il meglio nei dettagliatissimi ed incredibili boss: i nemici di Cris Tales non avranno delle barre degli HP visibili, perciò bisognerà osservare il loro aspetto e le loro posizioni per capire quanto sono vicini alla sconfitta.

A questo proposito, se c’è qualcosa che ci ha davvero convinti di Cris Tales, al di là delle sue meccaniche, è il comparto visivo: l’intero gioco è disegnato a mano, dalle ambientazioni, agli incredibili ed animati fondali di battaglia fino a NPC e nemici, ciascuno disegnato in tre versioni diverse. Il titolo sarà interamente doppiato e al progetto parteciperanno alcune voci storiche del doppiaggio dei videogame e degli anime USA, in primis tra tutti Kira Buckland, doppiatrice di 2B (Nier Automata).

Cris Tales è senza dubbio il gioco che ci ha convinto di più della fiera. Tra meccaniche uniche che riescono a svecchiare ed innovare un genere che troppi danno per morto, un art e level design incredibile ed una passione che trasuda da ogni singolo dettaglio, Cris Tales potrebbe benissimo essere il titolo che riuscirebbe nell’impresa di detronizzare Persona 5 dal titolo di miglior JRPG degli ultimi decenni.

Dopo anni passati ad elemosinare Game Boy/Megadrive/Snes da parenti ed amici, la mia vita è cominciata ufficialmente nel 1997 quando mi fu regalata la mia prima PlayStation. Tutto sembrava andare bene, giocavo a giochi abbastanza normali come Spyro, Crash o Tomb Raider ma, ahimè, un giorno da mio zio vidi un curioso videogioco, con personaggi strambi e un gameplay stranamente magnetico. Quel gioco era Final Fantasy VII e fu l'inizio della mia grave malattia ossessivo-compulsiva verso quel magico e colorato universo chiamato JRPG! Nel tempo libero ascolto la musica di Satana, l'Heavy Metal e combatto una coraggiosa battaglia contro il tempo e la genetica per mantenere viva la mia forte chioma. Per ora sto vincendo.

Leave a Reply

Lost Password

Sign Up