[Gamescom 2018] Hitman 2 – Provato –

Hitman 2

Durante questa Gamescom 2018 Warner Bros ci ha invitati a scoprire Hitman 2.

Questa sessione si è tenuta in compagnia dei ragazzi di Io Intercative che prima di farci mettere le mani sulla console ci hanno mostrato un filmato con le varie aggiunte di gameplay come: la possibilità, utilizzando l’istinto di vedere il raggio di azione delle telecamere, la possibilità di vedere con il PiP la visuale della telecamera e cosa sta riprendendo, l’aggiunta della famosa valigetta dove poter riporre le armi così da non tenerle più sulla schiena e farci scoprire immediatamente, ma poter passare inosservati potendo portare con noi anche un fucile da cecchino, un miglioramento generale della I.A., la possibilità di utilizzare la folla per nascondersi o sfuggire ad un inseguimento e molto altro ancora. Ovviamente tutto quello che abbiamo appena elencato sarà disponibile [tramite aggiornamento gratuito N.d.R] anche per il primo Hitman.

Detto questo passiamo a descrivervi la demo che abbiamo giocato [ in calce all’articolo troverete il mio giocato registrato direttamente su PS4 Pro N.d.R].

Prima di partire i ragazzi di Io Interactive hanno voluto precisare come questa fosse una demo creata appositamente per la Gamescom 2018 e che a differenza di quella mostrata all’E3, qui il livello era completo, aveva entrambi i bersagli da uccidere e ben sei opportunità [ 5 in più rispetto alla demo Losangelina N.d.R.] su le sette che saranno disponibili al lancio. Dopo questa premessa abbiamo indossato le cuffie e ci siamo immersi nella calda e afosa Miami in cerca dei nostri 2 obiettivi da eliminare: Sierra e Robert Knox.

Il gameplay oltre alle novità sopracitate è rimasto lo stesso visto nel primo Hitman, ma potenziato, rifinito e molto più fluido. Oltre alle opportunità, già solo nella prima location ci hanno assicurato che ci saranno più di ottanta modi diversi di uccidere i due Knox, una volta eseguiti verranno rimossi da una lista e potrete cercare di effettuare il prossimo fino a completarli tutti.

Questa volta Hitman non sarà più rilasciato ad episodi, ma sarà un gioco unico, cosa che abbiamo apprezzato perché questo farà si che la narrazione non risulti più spezzettata, non ci siano ritardi nello sviluppo e quindi nell’uscita di altri episodi, ma soprattutto in cuor nostro speriamo che possa riconciliarsi con i vecchi fan che purtroppo non apprezzarono lo scorso titolo.

In conclusione possiamo dire che durante i nostri 45 minuti passati insieme all’assassino pelato più famoso degli ultimi tempi, siamo rimasti molto contenti e affascinati dalla scoperta di un gameplay familiare, ma più rifinito e raffinato rispetto al primo capitolo. Il comparto visivo ci ha convinti [per quanto il gioco fosse in una build Pre-Beta N.d.R] offrendo dei bellissimi effetti di ombre, luci e di colorimetria. Offrire Hitman 2 in formato non episodico come abbiamo detto ci fa ben sperare per la parte di narrazione/storia che furono croce e delizia del primo capitolo, tutte le migliorie portate al gameplay e soprattutto alla I.A. portano questo Hitman 2 ad esser uno dei titoli che più aspettiamo in redazione. Quindi non vediamo l’ora che arrivi il codice review per poterlo approfondire e spulciare a dovere. A voi invece non resta che continuare a seguire le nostre pagine per sapere di più sull’Assassino con il codice a barre tatuato, più famoso del mondo videoludico.

[Piccola nota di colore, finita la sessione di prova il sottoscritto ha ricevuto i complimenti dallo staff di Io Interactive per esser stato l’unico giornalista, in quella giornata a finire la demo uccidendo entrambi gli obiettivi N.d.P.]

 

https://youtu.be/FmYSIW9nt98

Perrin "Big Boss" Aybara
Nato nel '87 e piazzato subito dalla madre con un joystick in mano, ha fatto della sua passione un lavoro e da 10 anni bazzica nel mondo lavorativo dei Videogiochi. Fan ed esperto di Avventure Grafiche, Action/Adventure e RPG/JRPG/SRPG. Conosciuto sul Web come Perrin Aybara o Big Boss

Leave a Reply

Lost Password

Sign Up