[Anteprima] Spin The Rhythm XD

[Anteprima] Spin The Rhythm XD

Spin the Rhythm XD è un titolo sicuramente particolare, persino per la categoria a cui appartiene. In passato abbiamo avuto modo di provare e giocare diversi titoli atipici ed eccentrici, ma in questo caso dobbiamo ammettere che il risultato è sicuramente interessante ed originale. Nel nostro provato abbiamo avuto modo di sperimentare una versione early access del gioco e di mettere alla prova le sue caratteristiche salienti.

 

RITMO, TECNICA E TANTI TASTI

Il titolo in sé, come avrete capito, è un rhythm game puro e semplice, e il vostro obiettivo sarà quello di intercettare con la sezione del colore giusto le varie note. Il gioco funziona in questo modo: la sezione bassa dello schermo ospita una specie di ghiera con dei tasselli di due colori alternati; voi potrete far ruotare questo anello in modo da intercettare le note con il loro colore corrispondente, ma non è così semplice. Durante la nostra esperienza abbiamo avuto modo di testare il gioco usando sia mouse e tastiera, sia con un controller Xbox One, e in entrambi i casi il titolo è perfettamente giocabile, anche se con qualche differenza. Mouse e tastiera avranno, infatti, la loro serie di azioni che partono quasi tutte dalla pressione del tasto sinistro del mouse. Questo ci permette di chiudere una sorta di frizione virtuale e quindi di far ruotare l’anello coi colori con il movimento della periferica stessa. Non tutte le note però sono uguali, al contrario alcune saranno semplicemente da intercettare con il colore giusto, altre richiederanno di premere nuovamente il tasto sinistro del mouse con il giusto tempismo (note rettangolari), altre ancora ci chiederanno di mantenere premuto il tasto e seguire la scia della nota e, per concludere, ci saranno gli spin, dove dovremo far ruotare liberamente l’anello a destra o a sinistra ed un ultimo tipo di nota, caratterizzato da una linea verde che attraversa tutta la larghezza della corsia, che dovremo intercettare premendo la barra spaziatrice.

Se usate un controller niente panico, è più semplice di quanto sembri, le differenze sono che non ci sarà una frizione virtuale da chiudere, basterà usare gli stick analogici per muovere l’anello e farlo ruotare negli spin. Il tasto sinistro del mouse per prendere le note temporizzate corrisponde al tasto A (se usate un controller Xbox One) e la barra spaziatrice corrisponde al grilletto destro.

 

IL BELLO, IL BRUTTO ED IL FUORI TEMPO

Al momento della prova abbiamo potuto testare il gioco a più livelli di difficoltà, per un totale di una decina di canzoni, non troppo dissimili tra loro come genere musicale. La nostra esperienza dopo diverse ore di gioco è decisamente positiva, anche se ci sentiamo di porre qualche riserva. Partiamo dalla buone notizie, ovvero il feeling del gioco. Come ogni buon rhythm game, anche Spin the Rhythm riesce a trasmettere quel senso di ritmo e coinvolgimento che ci si aspetta dal genere; non solo, nonostante il sistema di controllo non sia dei più intuitivi, soprattutto all’inizio, dopo un paio di partite si inizierà a prenderci la mano e, inevitabilmente, si sentirà l’impulso di provare ad aumentare la difficoltà di gioco che, a sua volta, introduce nuove complicazioni e combinazioni sempre più impegnative. L’unico difetto che ci sentiamo di sottolineare sta proprio in questo scalino iniziale e in qualche imprecisione nella rilevazione dei movimenti del mouse. Il fatto che ci siano così tante combinazioni diverse rende difficile ambientarsi e conseguentemente rende il tutto abbastanza ostico ad un neofita che prova ad avvicinarsi al genere per la prima volta. Vero che alcune complicazioni iniziano a sentirsi da Normale in su, ma forse un’introduzione più graduale delle azioni avrebbe giovato all’accessibilità del titolo, soprattutto vista l’originalità di alcune meccaniche. L’altro punto a volte dolente è il mouse. Anche disponendo di una periferica di buona fattura, ogni tanto il gioco tende a non registrare benissimo alcune combinazioni molto ravvicinate di note e azioni da compiere, rendendo molto confusionario superare alcune sezioni. Usare un controller, per lo meno durante il nostro test, ci ha semplificato un po’ le cose, ma gli spin restano ugualmente un tasto dolente, da azzeccare sfruttando gli stick analogici con il giusto tempismo.

 

SPERANZE E PREOCCUPAZIONI

Alla fine della nostra prova del gioco abbiamo potuto constatare con mano che Spin the Rhythm XD è un prodotto con una base solida e con del potenziale. Al momento manca ancora qualcosa, qualche rifinitura qua e là, e soprattutto tanto contenuto per intrattenere il pubblico nel periodo successivo al lancio. Siamo sicuri che i titoli e le canzoni nella versione definitiva del gioco saranno molti di più, ma appunto il successo del titolo dipenderà in larga misura da quanto il team di sviluppo riuscirà a ripulire il gioco pre lancio e da quanti brani riusciranno a portare sul vassoio (fermo restando che sappiamo tutti come la comunità dei modder potrebbe in tempi brevissimi aggiungere diversa carne a questo fuoco). Non ci resta dunque che aspettare di mettere le mani sulla versione definitiva del gioco per darvi le nostre impressioni finali; nel frattempo, per chi fosse interessato, il gioco uscirà in Early Access il 22 Ottobre e sarà disponibile su Steam.

 

Spin-The-Rhythm-04 Spin-The-Rhythm-03 Spin-The-Rhythm-02 Spin-The-Rhythm-01 Spin-The-Rhythm-09 Spin-The-Rhythm-08 Spin-The-Rhythm-07 Spin-The-Rhythm-06 Spin-The-Rhythm-05
<
>
Nato nel lontano 87, entrato in contatto col videogioco grazie a NES e Game Boy, ma consacrato al mondo del gaming solo più avanti dalle saghe di Final Fantasy e Metal Gear. Ora convinto sostenitore del media video ludico come mezzo per comunicare non solo storie, ma anche e sopratutto emozioni ed esperienze coinvolgenti. "I giochi in passato non avevano una grafica assurda, era altro che li rendeva memorabili ai nostri occhi di bambini, la nostra capacità di sognare. Ed io voglio tornare a sognare".

Leave a Reply

Lost Password

Sign Up